MASTODONTI DI ŠALEK

Nel 1964, a Škale pri Velenju il terreno fu soggetto a scavi per pervenirne il cedimento. Durante il lavoro, uno degli operai trovò i resti di grandi ossa. Gli scavi furono eseguiti dall’Istituto geologico dell’Università di Lubiana (oggi il Dipartimento di scienze geologiche della Facoltà di scienze naturali e ingegneristica dell’Università di Lubiana), e le ossa sono state trattate dagli specialisti dal Museo di Scienze Naturali di Lubiana. Le ricerche paleontologiche hanno rivelato che ossa, zanne e altre parti di dentatura, appartengono ai predecessori della famiglia di elefanti che popolavano la Valle di Šalek, 3 milioni di anni fa. Si tratta di due specie di proboscidati fossili: Anancus arvernensis e Mammut (Zygolophodon) borsoni. La collezione contiene tre zanne, dentature e parti dello scheletro; poi ci sono anche alcuni fossili di frutti delle piante presenti in quel periodo. La scultura della specie Anancus arvernensis è stata creata da Dora Novšak, scultrice accademica, in base al modello conservato nel Museo di Scienze Naturali, a Vienna. Nel dipinto in fondo, opera del pittore Tomaž Perko, si può vedere la Valle di Šalek nell’epoca dei proboscidati.

Call Now Button
Accessibility
Torna su